Giovanni Pascoli nello specchio delle sue carte
home » L'archivio » Consulta l'archivio » dettagli scheda
Sono presenti 2 immagini
icona apri versione zoom

successiva »
icona apri versione zoom

successiva »

Titolo attribuito: Particolare del modello per un'erigenda statua di Dante a New York

foto in bianco e nero, [1911-1912], c. 1

Soggetto: foto diverse
Iscrizioni: Carlo Barsotti, emigrato negli Stati Uniti nel 1872 da Santa Maria, un piccolo paese vicino Lucca, divenne uno dei protagonisti della comunità italoamericana di New York. Noto per il suo impegno nel collocare statue di importanti figure italiane in punti strategici della città, nel 1911, per celebrare il cinquantenario dell'Unità d'Italia, promosse l'installazione di una statua di Dante a Manhattan, appoggiandosi a un'iniziativa della Società Dantesca d’America. A Pascoli fu chiesto di scrivere l’inno per l’inaugurazione del monumento, che però non ebbe mai luogo. Difatti la statua, opera dello scultore siciliano Ettore Ximenes, arrivò a New York nel 1912 ma fu respinta dall’Art Commission, che la giudicò di dimensioni eccessive. La statua, secondo il New York Times, era composta da “un piedestallo ed un’asta sormontata da una stella. La figura di Dante sta con la sua schiena verso l’asta. Sopra la testa del poeta, in rilievo, c’è un’aquila che tiene una corona di alloro”. L’altezza totale di questo monumento grandioso era di 50 piedi (di 29 secondo un altro articolo dello stesso giornale in data diversa) e l’Art Commission aveva dimostrato buon senso nel rifiutare una tale opera, obiettando innanzitutto sulla necessità “di assemblare 230 pezzi diversi”. Un altro problema era il piedistallo creato dallo scultore italiano: una scelta strana poiché normalmente “lo scultore si limita all’opera, lasciando la scelta di piedistallo e asta a coloro che mettono in posa la statua”.
La statua rimase al molo di Hoboken, presto dimenticata e abbandonata. Un’altra raccolta di fondi portò, nove anni dopo, ad erigerne una versione bronzea e più semplice al Lincoln Center.

La foto presenta un'immagine del monumento a Dante, così come originariamente concepito dallo Ximenes nel 1911-12
Vedi anche:
Particolare del modello per un'erigenda statua di Dante a New York, G_005-1_002_018
Particolare del modello per un'erigenda statua di Dante a New York, G_005-1_002_016
Particolare del modello per un'erigenda statua di Dante a New York, G_005-1_002_019
"Inno degli emigrati italiani a Dante": materiale preparatorio e edizione a stampa, G_055-1_008_001
Particolare del modello per un'erigenda statua di Dante a New York, G_005-1_002_017
Particolare del modello per un'erigenda statua di Dante a New York, G_005-1_002_015
Modello per un'erigenda statua di Dante a New York, G_005-1_002_013

Segnatura: G.5.2.14

Gerarchia: Archivio Pascoli » Giovanni Pascoli » Cartoline, biglietti da visita e varia documentazione » 5. Documenti personali, fotografie, cartoline e biglietti da visita » 5.2. Fotografie di famiglia e d'altro genere.

Autore della scheda: Sara Moscardini
Data ultima revisione: 14/01/2014