Giovanni Pascoli nello specchio delle sue carte
home » L'archivio » Consulta l'archivio » dettagli scheda
È presente 1 immagine
icona apri versione zoom

icona apri versione zoom


Titolo attribuito: "Augusto Murrrio Servatori": copia in pulito non autografa

Titolo originale: Augusto Murrio Servatori / Per un monumento alla Certosa della vedova Magnani

testi poetici ed epigrafi (manoscritti, bozze, edizioni a stampa), [1907], c. 1 numerata 9; carte sciolte, Tipo di numerazione: cartulazione; non autografo

Lingua: latino

Contenuto: Il distico ad Augusto Murri, medico bolognese, fu scritto in nome di una giovane ragazza da lui guarita e fu pubblicato nel volume dei "Carmina" (1914) curato da Piselli per l'editore Zanichelli.

Il documento comprende:
- n. 1. Sulla stessa carta si hanno due componimenti latini. In alto il distico per Augusto Murri datato 3 maggio 1907. Più sotto, con la stessa data, il testo di una epigrafe per un monumento funebre della famiglia Magnani. Quest'ultima non fu pubblicata da Pistelli che inserì invece al n. LVII il distico "Vidua", di cui non si conserva il manoscritto, e lo presentò come indirizzato allo scultore Pasquale Rizzoli per un monumento sepolcrale dedicato alla memoria di Natale Magnani.
Sotto i due componimenti si legge la dicitura "Copia di Maria"

Segnatura: G.62.15.3

Gerarchia: Archivio Pascoli » Giovanni Pascoli » Poesie » 62. Poematia et Epigrammata » 62.15. Ad Clementillam Marcovigiam Ad Fr. X.: Reussum Augusto Murrrio Servatori In nuptis Zanichelliae at Pantanelli

Bibliografia:
Tartari Chersoni, M., Per un'edizione critica dei Poematia et Epigrammata, «Rivista pascoliana», n. 18, 2006, pp. 137-146.


Autore della scheda: Francesca Capetta
Data ultima revisione: 05/07/2013