Giovanni Pascoli nello specchio delle sue carte
home » Altri archivi » Presentazione

Presentazione

G. Pascoli ad A. Caselli, febbraio 1904, dove si fa riferimento alla prima di "Madama Butterfly alla Scala" di Milano il 17 febbraio 1904
Biblioteca Statale di Lucca

In questa sezione verranno presentati fondi o nuclei omogenei di documentazione di interesse pascoliano (carteggi, con particolare attenzione a quelli contenenti lettere inviate da Pascoli a vari destinatari, manoscritti, materiale di documentazione ecc.) conservati al di fuori di Castelvecchio, quando possibile collegandoli a documenti ad essi correlati esistenti nell’archivio Pascoli. Si vuole così fornire, senza alcuna pretesa di esaustività, altre indicazioni su carte che possono risultare utili agli studi sul poeta.

Il primo nucleo descritto è quello composto dalle “Carte pascoliane” conservate alla Biblioteca Statale di Lucca, composto da documenti in gran parte provenienti dalle carte di Alfredo Caselli e di Gabriele Briganti.

Questa raccolta è stata digitalizzata, schedata ed inventariata grazie ad un contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

I Percorsi

L’archivio Pascoli e la sua storia

Maria Pascoli, sopravvissuta a Giovanni per oltre un quarantennio, rimasta sola nella casa di Castelvecchio, si fece carico di salvaguardare e celebrare la figura e l’opera poetica del fratello. A tal fine fondamentali erano le carte lasciate dal poeta, che Maria conservò amorosamente, sovente intervenendo sul loro ordinamento (come dimostrato dalle fascette di condizionamento da lei realizzate). ...

Multimedia

Atmosfere Pascoliane. A cent'anni dalla scomparsa del Poeta

Giovanni Pascoli da "Canti di Castelvecchio" e da "Nuovi Poemetti". Film di Marco Poma, Metamorphosi editrice.